Shuko il campione – 2

settembre 25, 2006

Con un po’ di ritardo, dò un seguito al mio post precedente su Fujisawa Shuko.

shuko.jpgTra il 1960 e il 1970 Shuko ha vinto 14 titoli, incluso il Meijin due volte, più quattro sfide perse per lo stesso titolo. Il Meijin era allora il torneo più importante del go professionistico.
Già questi successi sarebbero stati più che sufficienti per farne uno dei più forti giocatori del XX secolo.

Poi seguì un lungo periodo di terribili risultati nei tornei professionistici, anche per colpa di eccessi alcolici.
Shuko ebbe comunque un ritorno al successo conquistando la prima edizione del Tengen nel 1976, all’età di 51 anni, in un tempo in cui i vincitori di titoli erano tutti giocatori tra i venti e trent’anni: si riteneva allora che ci volesse una grande energia per sostenere incontri per un titolo al meglio delle cinque o delle sette partite.

Ma il meglio doveva ancora accadere.

Forse ricorderete dal mio post precedente che Shuko, come principale rappresentante dei professionisti che contrattò con il quotidiano Yomiuri Shinbun la sponsorizzazione del torneo Meijin, ebbe un ruolo fondamentale nella nascita di quel torneo nel 1962, e che addirittura ne andò a vincere la prima edizione.

Ma quindici anni dopo, i giocatori professionistici di go erano sempre meno soddisfatti dell’entità della sponsorizzazioneat da parte dello Yomiuri. Richieste per un aumento del finanziamento cadevano regolarmente nel vuoto. Stufa di tale comportamento, la Nihon Kiin (l’associazione dei professionisti giapponesi di go) tolse il titolo allo Yomiuri e lo assegnò al concorrente Asahi Shinbun, che era ben disposto a pagare molto di più per l’esclusiva.
Così nel 1976 (mentre Shuko vinceva il primo Tengen) iniziava un torneo Meijin rimesso a nuovo.

La direzione dello Yomiuri comprese subito di aver commesso un grosso errore a lasciarsi sfuggire una tale sponsorizzazione a favore della concorrenza. Così decisero di rientrare in gioco finanziando un ulteriore torneo, il più grande di tutti, sia in termini di soldi sia in termini di dimensioni organizzative.

Nel 1977 nasceva quindi il Kisei, il torneo con il più grande montepremi di tutti i tempi – oggi siamo intorno ai 42,000,000 di Yen.
Kisei significa “Santo del Go”, e per vincere il titolo bisogna passare attraverso quattro o cinque tornei secondari, che coinvolgono praticamente tutti i professionisti e che necessitano di qualche mese per essere portati a termine. La finale è al meglio delle sette partite: in ciascuna di esse i giocatori hanno otto ore a testa di riflessione, cosicché ogni partita si svolge su due giorni.
Vincere il Kisei significa davvero essere il più forte giocatore dell’anno.

Tutti si aspettavano che la vittoria nella prima edizione del Kisei andasse a una delle giovani stelle (Rin Kaiho, Takemiya Masaki, Kato Masao, Ishida Yoshio…), ma, a dispetto delle attese, alla fine del mastodontico torneo la finale vedeva una contesa tra due veterani, Hashimoto Utaro (di anni 70!) e… chi altri se non Fujisawa Shuko?

Shuko vinse il primo Kisei 4-1 e, nella sorpresa generale (ma non per lui, che si era sempre vantato di essere il più forte di tutti…), continuò a vincerlo per cinque anni consecutivi, battendo la crema del go professionistico: Kato 4-3, Ishida 4-1, Rin 4-1, Otake Hideo 4-0, ancora Rin 4-3.

La cosa davvero incredibile è che i risultati negli altri tornei continuavano ad essere osceni, perché era ubriaco per la maggior parte del tempo.
Shuko diceva sempre che gli bastava vincere quelle quattro partite l’anno per essere al vertice del mondo del go, così smetteva di bere un paio di mesi prima della finale del Kisei, si dava una risistemata, strapazzava gli avversari con il suo genio brillante, per poi ricominciare le celebrazioni alcoliche per il resto dell’anno…

Continua…

shukorit.jpg

Digg this!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: